Morte di un perfetto bilingue

Morte di un perfetto bilingue

15,00 €  12,75 €
15% sconto

Autore: Thomas Gunzig

Un soldato di fortuna in una guerra qualunque si risveglia in un letto d’ospedale paralizzato, incapace di parlare e con severi problemi di amnesia. Tutto farebbe pensare a una ferita in battaglia, se non fosse per quell’atteggiamento ostile che gli riservano medici e infermiere.
I suoi ultimi ricordi risalgono a un’epoca piuttosto recente: una sorta di Sarajevo post-bellica in cui avventurieri, miliziani e oscuri sicari della Mafia si mescolano alla popolazione comune che, nonostante i lunghi anni di combattimenti disastrosi, lotta per condurre una vita normale.
Capitolo dopo capitolo, in prima persona, l’infermo ricostruisce le ragioni che l’hanno inchiodato a quel letto, lasciandogli della vita solo la facoltà del pensiero.
Ne emerge la storia di un “eroe negativo”, spinto per fame a commettere piccoli misfatti, per poi diventare predone e assassino.
E tutto mentre il paese è in guerra contro il terrorismo. Un’impresa bellica in cui ogni intervento militare è diffuso via satellite in una sorta di reality show televisivo in prima serata sponsorizzato da multinazionali.
Ma quale terribile misfatto potrà aver commesso il nostro protagonista per rendersi così odioso all’intero personale medico e paramedico?
Di certo una qualche sua azione sarà stata trasmessa in presa diretta in TV…
Una costruzione ben orchestrata, un linguaggio che “morde”, una trama in cui i personaggi appaiono in carne e ossa. Toni che da ironici si fanno angoscianti. Si ride, si inorridisce, ma soprattutto ci si sorprende per il mondo che Gunzig è riuscito a ricreare.


Una sorta di M*A*S*H di Altman con richiami a The Truman Show
rielaborato dalla CNN e sponsorizzato dalla Kellogg’s.

Un romanzo ironico, folle e visionario, dalla costruzione genialmente
orchestrata e dal ritmo forsennato e fortemente ansiogeno.

Vincitore del Prix Club Med.

Vincitore del Prix Rossel.


Recensioni

M*A*S*H di Robert Altman incontra Enki Bilal… Gunzig è un abile demiurgo.”
Le Monde


“All’inizio è leggero e divertente. Ma intorno al capitolo 17 l’ansia fa lentamente
il suo ingresso, e la narrazione si fa tanto coinvolgente da toglierti il fiato!”
Elle


Autore
Thomas Gunzig è nato a Bruxelles nel 1970. Professore di Letteratura Francese nei licei artistici di La Cambre e Saint Luc, collabora regolarmente con il giornale Le Soir e con programmi radiofonici e televisivi di grande successo.
Autore di 4 romanzi e di 12 raccolte di racconti acclamati da pubblico e critica, con Morte di un perfetto bilingue, suo primo romanzo, ha vinto nel 2001 il Prix Club Med (premio letterario indetto con la partecipazione del Dipartimento Culturale dell’Ambasciata Francese di New York) e il Prix Rossel in Belgio. Il romanzo è stato tradotto in America, Germania, Spagna, Repubblica Ceca e Russia.
Nel 2003 a Gunzig è stato assegnato il Prix des éditeurs per la raccolta di racconti Lo zoo più piccolo del mondo, ha pubblicato, sempre per Meridiano Zero, il romanzo La sindrome del pescecane.

Da inserire:


Data di inserimento in catalogo: 08.04.2013.

Meridiano Zero. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@meridianozero.info - P. iva 02774391201
Copyright © 2018 Odoya. - Designed by InArteWeb