Capitano della steppa

Capitano della steppa

14,00 €  11,90 €
15% sconto

Autore: Oleg Pavlov

Anni Ottanta. Nel pieno della desolata steppa kazaka, il capitano Chabarov presta servizio in una compagnia annessa a una colonia penale dove le notizie arrivano in pacchi di giornali dell’anno precedente e le razioni finiscono col marcire sui camion del reggimento. Chabarov è un comune funzionario del sistema, che ogni giorno affronta le insensatezze di una assurda burocrazia con un’alzata di spalle e un sospiro. Eppure si distingue in mezzo agli altri ufficiali, completamente disumanizzati. Non è un
santo, ma una persona razionale che sente ancora su di sé il peso di una qualche responsabilità.
Il suo pragmatismo comincia a vacillare quando un giovane propagandista politico giunto al campo con l’ambizione di “salvare tutti e cambiare il mondo”, disilluso, tenta il suicidio. Ma il capitano si scontrerà con il muro cieco della follia militare. Pianta patate per procurare cibo alla guarnigione e si
ritrova perseguito per questo. Per impedire
che i tuberi vengano saccheggiati mette a guardia dei cani, ma alcuni soldati li ammazzano e se li mangiano. Quando le patate vengono raccolte, dagli alti ranghi viene ordinato che le “provviste non autorizzate” vengano confiscate: il raccolto è lasciato a marcire e il capitano dovrà essere arrestato. Dovesse finire nella stessa prigione in cui ha prestato servizio, la sua vita non cambierebbe poi tanto, a dimostrazione che c’è ben poca differenza tra la vita del carceriere e quella del carcerato.
Dipingendo a pennellate lievi ma incisive la dissoluzione di un “Imperium” negli anni antecedenti al crollo definitivo del colosso sovietico, Pavlov naviga abilmente sul filo del rasoio fra commedia nera e tragedia, rendendo la sua narrativa molto più umana, universale e seria di quanto potrebbe fare la satira.

 

Il primo capitolo della trilogia “Racconti degli ultimi giorni”,
che affronta abissi e angherie della vita militare
nelle periferie dell’Impero sovietico in dissoluzione.
L’umorismo paradossale di Gogol’. L’introspezione psicologica di Dostoevskij.
La tragedia lirica di Solzenicyn. Lo sguardo fuori dagli schemi di Kapuscinski.
Un autore rivelazione, che si è aggiudicato il Premio Solzenicyn,
il Novy Mir Literary Magazine Prize, l’October Literary Magazine Prize
e il prestigioso Russian Booker Prize.


 

Autore
Oleg Pavlov (Mosca, 1970) è uno degli autori più dotati e stimati del “rinascimento letterario” russo contemporaneo. Molto giovane ha prestato servizio a Karaganda come guardia carceraria, testimoniando ogni sorta di degradazione umana; alla fine una grave commozione cerebrale l’ha portato a essere ricoverato presso l’ospedale psichiatrico locale. Ha lasciato l’esercito all’età di vent’anni a causa di una diagnosi di “instabilità mentale” e scritto questo suo primo romanzo breve semiautobiografico a ventiquattro. Leggendo Arcipelago Gulag di Solzenicyn, afferma di avervi scorto esattamente il lager in cui aveva lavorato. Negli ultimi anni di vita di Solzenicyn, è diventato suo allievo e aspira a proseguirne la grande opera. Nel suo insieme, la sua trilogia narrativa fornisce un resoconto ironico ma agghiacciante di cosa volesse dire essere un soldato nelle remote regioni asiatiche dell’ex Impero sovietico nel momento insieme tragico e assurdo della sua dissoluzione.


Recensioni
“I romanzi di Oleg Pavlov ricordano Comma 22 di Joseph Heller
nella loro capacità di evocare l’assurdità della vita militare.
Il senso del grottesco di Pavlov e il suo black humor
servono a sostenere il doloroso pathos che permea tutte le sue opere.”
- The Review of Contemporary Fiction

Capitano della steppa combina la tradizionale fede russa
nel potere umanizzante della letteratura con una vigorosa energia e immaginazione.”
- Times Literary Supplement

“Pavlov è in grado di comporre un’elegia inquietante e comica, dal gusto unico.”
- Marcel Theroux

“Una commedia scura e amara come il caffè.”
- Daily Mail


Da inserire:


Data di inserimento in catalogo: 06.04.2016.

Meridiano Zero. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@meridianozero.info - P. iva 02774391201
Copyright © 2018 Odoya. - Designed by InArteWeb