E morì a occhi aperti

E morì a occhi aperti

15,00 €  12,75 €
15% sconto

Autore: Derek Raymond
Prefazione: Niccolò Ammaniti

Il corpo di un uomo massacrato viene rinvenuto in un cespuglio, gettato come spazzatura. Mentre gli rompevano le ossa a una a una, sembra che la vittima, Charles Staniland, abbia assistito con passiva rassegnazione alla propria morte. A Londra i casi del genere, sordidi e insignificanti, sono pane per la A14: Sezione Delitti Irrisolti.
Il Sergente senza nome, nessuna velleità di carriera ma un interesse profondo per coloro che dalla vita sono stati calpestati e sconfitti, inizia una discesa nelle paludi di una tragedia individuale, che affonda le radici nelle degradate periferie londinesi.
Un’indagine anomala, condotta attraverso l’ascolto dei nastri su cui Staniland ha registrato il proprio itinerario verso la fine. Inoltrandosi in una profanazione della memoria che lo porterà a rivivere le tappe della vita della vittima, il Sergente scivolerà sulle sinuose curve della storia d’amore che l’ha accompagnata verso la morte, fino a ricongiungersi in un crudele abbraccio con i suoi carnefici.
Con Derek Raymond il noir deraglia dai percorsi classici dell’indagine poliziesca per diventare un’analisi lucida e insopportabile dell’esistenza nelle sue derive inesorabili, nella grigia assenza di ogni meta plausibile. La carne livida di un uomo morto riprende dignità e vita, mentre il lettore e il protagonista vedono la verità attraverso i suoi stessi occhi aperti.


Il primo romanzo della serie Factory
che ha fatto conoscere al mondo del noir
il talento di Derek Raymond.


“Lo si consiglia solo agli stomaci forti.”
– Goffredo Fofi –

“Alcune descrizioni del libro sono terrificanti…”
La Repubblica

“…spoglio, sporco, algebrico e putrido…”
Il Corriere della Sera

“…una distesa fangosa di vizi e turpitudini…”
l’Unità

“Raymond sa bere il calice fino alla feccia.”
Il Manifesto

“I suoi romanzi urtano la sensibilità del pubblico.”
Il Mucchio Selvaggio

“Ci vuole un bello stomaco per leggere Raymond…”
Il Messaggero


Autore

Derek Raymond (Londra, 1931-1994) era lo pseudonimo di Robert William Arthur Cook. Sottrattosi ben presto all’educazione borghese impartitagli dalla famiglia, ha iniziato a viaggiare improvvisandosi nei lavori più improbabili: dal riciclaggio di auto in Spagna all’insegnamento dell’inglese a New York, dall’impiego come tassista alla carriera di trafficante di materiale pornografico. I suoi esordi nella carriera letteraria risalgono agli anni Sessanta, con opere chiaramente influenzate dall’esistenzialismo di Sartre. Un’influenza che riemergerà a partire dagli anni Ottanta nella sua serie noir della Factory aperta da questo romanzo.

Da inserire:


Data di inserimento in catalogo: 25.11.2013.

Meridiano Zero. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@meridianozero.info - P. iva 02774391201
Copyright © 2018 Odoya. - Designed by InArteWeb