Bloody Mary

Bloody Mary

14,00 €  11,90 €
15% sconto

Autore: Jean Vautrin

Uno zelante poliziotto alsaziano, divorato dall’ambizione di far carriera, vive ossessionato dall’ordine e dalla moralità.
Sua moglie, sempre chiusa in casa, è una psicopatica che oscilla tra giochi da bambina indifesa e modi da provocante puttana.
Un lavavetri negro si arrampica ogni giorno sul grattacielo in cui abitano i due. Sospeso sulla sua assicella pensile, dialoga a modo suo con gli inquilini dei vari piani e con una onnipresente mosca blu che lo tormenta.
Un soldato di leva, brutale ed esasperato dalle vessazioni sessuali a cui lo sottopone il suo sergente, fugge dalla caserma riempiendosi le tasche di bombe a mano: il primo a pagare con la vita sarà proprio il suo superiore.
La fuga rocambolesca del giovane soldato è il filo che lega tutti i personaggi: per il poliziotto, infatti, è giunto il grande momento, e la caccia al criminale sarà spietata.
Ambientato nella Parigi popolare dei grigi ma vivissimi arrondissements periferici, Bloody Mary è un affresco “a tinte forti” della nostra società, colta con occhio cinico e critico ma mai moraleggiante, come a dire: il mondo è anche razzismo, nevrosi e corruzione, ma è il nostro mondo. E Vautrin ce lo sa raccontare con disinvolta naturalezza, uno stile incalzante e un umorismo che non cede neppure di fronte ai passaggi più truculenti.
La sua originalissima scrittura, aspra e gergale, oscilla magistralmente fra volgarità e poesia, dando vita pulsante ai nevrotici personaggi e ai sovraffollati edifici delle banlieue parigine, intrisi di un’umanità senza tempo.


Un noir irriverente intriso di umorismo nero e soluzioni travolgenti.
Uno spiazzante gioco criminale nelle caotiche e pulsanti banlieue parigine.



DALLA STAMPA

“Bloody Mary è un viaggio
ad alta velocità tra riso e pianto.”
Le Figaro

“Un giallo nel quale si ride a labbra
strette, intriso di humor nero.”
– Le Magazine Littéraire


Autore
Jean Vautrin, pseudonimo di 
Jean Herman, è nato in Lorena
nel 1933. Dopo aver frequentato l’Idhec (Institut des hautes études cinématographiques) parte per Bombay, dove incontra Roberto Rossellini, del quale diventa l’assistente. Tornato in Francia, lavora come sceneggiatore con Vincent Minnelli
e Jacques Rivette.
Con il romanzo Tinte forti e la raccolta di racconti Diciotto tentativi per diventare un santo (Feltrinelli) ottiene un grande successo di critica e pubblico. Vince due volte il premio Goncourt: nel 1985 con la raccolta di racconti Baby Boom (ripubblicata nel 2012 da Meridiano Zero con il titolo Il viaggio immobile) e nel 1989 con Un gran passo verso il buon Dio (Frassinelli).

Traduzione dal francese di Leonella Prato Caruso

Da inserire:

    ISBN: 978-88-8237-266-8
    Pagine: 256 
    Brossura con bandelle
    Formato: 15x20 cm
    Data di pubblicazione: Gennaio 2013
    Tutti i libri dell' autore: Jean Vautrin

Data di inserimento in catalogo: 05.02.2013.

Meridiano Zero. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@meridianozero.info - P. iva 02774391201
Copyright © 2017 Odoya. - Designed by InArteWeb