L'accompagnatore, recensione su Repubblica

L'accompagnatore, recensione su Repubblica

Recensione apparsa su Repubblica il 02 Giugno 2013

di Alberto Sebastiani

“Sono perfettamente consapevole di esistere solo in virtù dele persone che non vogliono più esistere”. Leo Zonderland è il corriere dei cadaveri” che porta da Amesterdam a Zurigo i “suicide tourists”, che vogliono “morire senza rischi e in modo asettico”, con il suicidio assistito.
L’accompagnatore dell’olandese Peter Drehmans (Meridianzo Zero, traduzione Laura Pignatti) cattura il lettore con i tre viaggi di Leo, con la signora R., ex paziente abbandonata dagli psichiatri, il signor M., ex archivista logorroico e impotente, e la signora W. ex igienista dentale che “soffre di vergogna”. Tre ex, presto cadaveri, che si raccontano al loro boia, o nocchiero, tra situazioni da humour nero e frasi enigmatiche o a effetto. Leo li ascolta e li asseconda paziente, ma è un uomo. Non dovrebbe fare domande, né giudicare, ma succede. Teme il silenzio, che scaccia leggendo i messaggi pubblicitari lungo la strada, con la musica e i notiziari alla radio della sua Volvo, con le ultime riflessioni dei clienti. Le parole devono riempire l’abitacolo, anche se ridicole di fronte alla morte. E non a caso il silenzio avvolge il grottesco, nero finale.


Visualizza la scheda del libro
Visualizza l'immagine dell'articolo

Pubblicato: 24.06.2013
Meridiano Zero. Via Benedetto Marcello 7, 40141 Bologna, Italy
Tel/Fax +39.051474494 - info@meridianozero.info - P. iva 02774391201
Copyright © 2018 Odoya. - Designed by InArteWeb